L'Abbazia del Goleto - FOTO

Il complesso monastico fondato da San Guglielmo da Vercelli
di Maria Cristina Napolitano - 23 Marzo 2016

San Guglielmo da Vercelli si ferma in Irpinia dove fonda prima Montevergine e poi l'Abbazia del Goleto nel 1128-1133  esempio di monastero doppio, ovvero ospitava sia le monache sia i monaci. Le monache si occupavano dell’amministrazione del convento con a capo una badessa. Qui venivano a monacarsi le ragazze dell’aristocrazia, tre sono le badesse passate alla storia, Febronia, Marina e Scolastica.

Disseminati nell’abbazia ci sono vari segni di esoterismo bianco come ad esempio un centro sacro che richiama la sacralità del luogo, la triplice cinta interpretata da alcuni come la stilizzazione del Tempio di Salomone a Gerusalemme o un punto di energia magnetica, la croce del Verbo che sembra richiamare alla mente anche quattro squadre.

LEGGI QUI L'ARTICOLO COMPLETO

L'Abbazia del Goleto
Frammenti del Mausoleo di Paccio Marcello
Charles de Foucald
La Torre Febronia
Il cimitero delle monache
Simboli di esoterismo bianco
Il serpente del corrimano sulla scalinata di accesso alla Cappella di San Luca
Il sarcofago di San Guglielmo
La Cappella di San Luca
La Cappella di San Luca
La Cappella di San Luca
La Chiesa del Vaccaro
avellino